Attualità

Volcafe Italia partner globale per le torrefazioni

Una presenza reale, storicamente radicata nei Paesi produttori con 250 agronomi che assicurano al farmer un’assistenza costante e al torrefattore la migliore qualità. 



Numerosi progetti e collaborazioni nei Paesi produttori testimoniano il grande impegno di Volcafe in qualità e sostenibilità. Essere il miglior partner per il caffè verde al mondo è il claim e la promessa mantenuta di Volcafe, tra i quattro maggiori trader a livello globale, ricco di 160 anni di esperienza nel settore. La sua presenza capillare mette in contatto il 92% della produzione mondiale di caffè con l’80% del consumo a livello globale.




Ciò che distingue Volcafe è il radicamento profondo e di lungo tempo nelle terre d’origine, dove 250 suoi agronomi hanno un contatto diretto con i farmer e gli uffici commerciali lavorano insieme ai produttori in un legame pluridecennale, li seguono e li guidano alle migliori tecniche di coltivazione al fine di accrescere la quantità e la qualità del raccolto, realizzando inoltre ricerche approfondite sulle condizioni pedoclimatiche delle diverse aree, la produttività, l’andamento della produzione e del raccolto. Tutto ciò assicura la migliore qualità in origine che fa di Volcafe un trader di eccellenza per l’industria mondiale e il migliore collaboratore per il torrefattore. A ciò si uniscono report che offrono un quadro completo del settore. 




«Gli aggiornamenti settimanali di mercato che inviamo ai nostri clienti e un ufficio dedicato che segue l’industria italiana in ogni sua esigenza, permettono di individuare in Volcafe la migliore fonte autorevole di ricerca e divulgazione – afferma Adriano Bagnasco, general manager Vocafe Italia -. Il dipartimento di ricerca di Volcafe è riconosciuto a livello mondiale come una tra le migliori, se non la migliore, e più neutrali fonti di informazione, e le più grandi industrie mondiali si appoggiano a noi per prendere decisioni strategiche. Forniamo sempre una visione globale oggettiva e non di parte, molto utile per chi opera nel settore. Nel 2016 abbiamo deciso di aprire una sede a Genova al fine di rapportarci direttamente con il torrefattore italiano al quale offriamo un vero servizio su misura, un’assistenza continua su ogni aspetto, un rapporto di partnership e di consulenza che difficilmente altre realtà – soprattutto altri gruppi di traders principalmente solo investitori sul mercato – sanno offrire. Da Volcafe il cliente italiano si aspetta e riceve costanza nelle forniture e nella qualità, insieme alla consulenza di chi lo sa guidare nel raggiungere questi risultati con il migliore rapporto qualità/prezzo. 




A ciò si aggiunge tutta l’operatività della filiera. Il riscontro positivo del nostro ingresso diretto sul territorio – ad oggi nei nostri uffici di Genova lavorano dieci persone – e del rapporto di fiducia che si è instaurato con numerosissimi torrefattori di ogni dimensione lo esprimono i numeri: da allora i volumi in Italia sono quadruplicati».




Sostenibilità, scelta inderogabile

Il grande impegno di Volcafe nelle terre d’origine si declina in qualità e sostenibilità (ambientale, sociale ed economica), un aspetto quest’ultimo sempre più considerato a livello internazionale e sottolineato dai claim pubblicitari di numerose torrefazioni, in linea con il programma d’azione dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Sostenibile. 




«All’estero l’attenzione a questo aspetto è sempre più forte e ritengo che a breve lo sarà anche in Italia – riprende Adriano Bagnasco -. Il cliente finale si mostra attento e sensibile alla qualità di ogni prodotto, caffè compreso, e alla realtà a monte di esso: chi lo produce, la sua attenzione all’ambiente e alla realtà sociale in cui opera. Il torrefattore che vuole rispondere a queste richieste del mercato trova in Volcafe un partner in grado di offrire caffè a cui si accompagna un programma di responsabilità sociale a lungo periodo che include sistemi di gestione ambientale, ottimizzazione dell’uso di energia, responsabilità condivisa, tracciabilità e supporto alle comunità locali. 




Nel 2015 abbiamo lanciato il progetto Volcafe Way, che mira alla sostenibilità e all’ottimizzazione delle risorse nei Paesi produttori, nonché all’innalzamento della qualità del prodotto. Non si tratta di una certificazione, il cui obiettivo è applicare una serie di standard e di effettuare controlli per verificarne la conformità, ma di un programma di impatto, che esamina una situazione, include l’impegno di tutti i soggetti coinvolti e realizza programmi progettati per produrre miglioramenti nel tempo. Riteniamo infatti che la vera sostenibilità consista nel comprendere le sfide dei partner e lavorare insieme, cercando vantaggi per tutti e che questo atteggiamento in origine debba essere trasmesso lunga tutta la filiera, dal crudista all’industria e da questa all’operatore fino al consumatore – prosegue Bagnasco -. Abbiamo avviato numerosissime collaborazioni in Centro e Sud America, Africa e nel continente asiatico. Da pochi giorni ha inoltre preso il via programma Volcafe Responsible Sourcing potenziato (Volcafe RS), che include due denominazioni gestite da Volcafe per il caffè proveniente da fonti responsabili: Volcafe Verified e Volcafe Excellence riconosciuti dalla Global Coffee Platform (GCP) come Coffee Sustainability Reference Code: un’interessante iniziativa per il torrefattore italiano che lo aiuterà ad avvicinarsi e far proprio il tema della sostenibilità». 



Grazie alla sua attenzione all’ambiente, alle pratiche lavorative, ai diritti umani, all’etica e agli acquisti sostenibili, Volcafe nel 2022 ha ottenuto la certificazione EcoVadis, il principale fornitore di valutazioni sulla sostenibilità delle imprese a livello internazionale, meritando la medaglia d’oro, attribuita solo al 5% delle aziende (sono oltre 100mila in più di 175 Paesi quelle monitorate).



Collaborazioni in tutto il mondo

Sono 5000 le cooperative seguite da Volcafe nel Centro America, 2700 nel Sud America, 16.000 in Africa (di queste 12.000 in Uganda), con progetti che coinvolgono un ampio ventaglio di iniziative, tra cui la costruzione di scuole, l’aiuto del ritorno a scuola dei ragazzi, la parità di genere, l’assistenza medica, l’ottimizzazione degli impianti di irrigazione e dell’utilizzo delle risorse idriche, la piantumazione di alberi per l’ombreggiamento e la riforestazione, progetti per il trattamento delle acque reflue, di sustainable landscape, con training ai produttori sulle tecniche della messa a dimora e di coltivazione di piante di diverse specie in uno stesso appezzamento, insieme alla fornitura di germogli di caffè di nuove varietà, alberi da ombra e molto altro ancora. 




«Nel 2022 Volcafe ha continuato ad approfondire il proprio impegno per la sostenibilità creando nuove collaborazioni in tutto il mondo – afferma Adriano Bagnasco – che rimangono uno dei pilastri del nostro lavoro. Si tratta di interventi mirati, che solo la nostra presenza reale e di lunga data sul territorio permette di realizzare. I 250 agronomi che vivono nei diversi Paesi d’origine non solo aiutano a migliorare la produzione, ma vivono la realtà locale, ne colgono le necessità e suggeriscono interventi su misura per le diverse situazioni. Ad oggi lavoriamo in partnership con grossi gruppi; l’auspicio è che anche torrefazioni di medie e piccole dimensioni sposino questi progetti, che assicurano il futuro del settore e danno un importante valore aggiunto al prodotto finito. Un plus che il consumatore apprezza». 




_________________________________________________________________________________________________________

Fondata nel 1783 come società di brokeraggio e commercio di zucchero, ED&F Man negli anni ha allargato il suo raggio d’azione alle melasse e al caffè, acquisendo nel 2004 Volcafe, fondata nel 1851 dai fratelli Solomon e Johann Georg Volkart. Il Gruppo con sede a Londra, controlla l’intera supply chain delle materie prime, dalla ricerca alla trasformazione, commercializzazione, distribuzione e trasporto ed è leader mondiale nei settori delle melasse e dei mangimi liquidi; tra i leader globali nei mercati di zucchero e caffè. È presente in 60 Paesi con 6000 dipendenti.