Attualità

Il virtuoso esempio dello specialty coffee nel Regno Unito

In pochi anni il Regno Unito ha assimilato una cultura sullo specialty coffee tale da ribaltare le convinzioni, un po’ stereotipate, che tutti noi avevamo sugli inglesi e sul loro famoso ‘tè delle cinque’

Vi ricordate quando a scuola ci dicevano che gli inglesi, alle cinque del pomeriggio, si mettevo tutti seduti composti attorno a un tavolino e consumavano il loro canonico tè caldo? Ecco, questa idea, inculcataci fin dalle scuole elementari, è oltremodo anacronistica e stereotipata. C’è infatti una realtà che rischia di lasciare tutti un po’ increduli. L’arcifamoso tè delle cinque in vero stile british è ormai un lontano ricordo e non è più la tazza preferita dai sudditi di Sua Maestà.

Tutta la verità sullo specialty coffee nel Regno Unito

Da quasi quindici anni le tradizioni inglesi sembrano aver vissuto un repentino cambio di rotta, passando dal tè con biscotti, comodo e tranquillo, al caffè nero, forte e dinamico. La cultura del Regno Unito, tanto storica quando malleabile, ha costruito in breve tempo un’immensa conoscenza sul caffè. Il caso britannico è così virtuoso da aver soppiantato nel giro di dieci anni la cultura secolare del tè caldo. Sarà stato uno slancio anti colonialista, o un forte desiderio di stracciare le vecchie tradizioni per fare spazio a una cultura più globale, ma la sete di conoscenza del popolo anglofono sul caffè è diventata molto più avanzata di quella di tanti altri Paesi che bevono caffè da secoli. Per capire di più su questo fenomeno, abbiamo intervistato Edy Piro, fondatore di Terrone & Co, e Alessandro Zengiaro, campione UK del Latte Art Championship nel 2020 e 2023.

Emerge che la cultura dei coffee lovers in Inghilterra è molto più ampia di quanto pensassimo. «Mentre il tè è ormai diventata un’abitudine sempre meno diffusa – conferma Edy Piro – il caffè è il grande promotore di una cultura via via sempre più informata». I veterani del mondo-caffè in Inghilterra ammettono infatti che la bevanda nera è consumata abitualmente dagli anni ’70. D’altronde sono oggi presenti in UK molti outlet dove lo specialty coffee ha vissuto una vera e propria esplosione sia in termini di appassionati sia di consumatori. «James Hoffman, vincendo il Campionato Barista UK nel 2007, ha reso il terreno fertile per il caffè specialty […] da quel momento, ovunque si sono viste nascere caffetterie e piccole torrefazioni in grado di preparare specialty coffee di altissima qualità».

Come in realtà si beve il caffè nel Regno Unito

Quello che emerge da diverse analisi condotte sui consumatori è una spiccata tendenza a consumare caffè, esattamente come in Italia, a qualsiasi ora del giorno, con una preferenza per le ore mattutine. Il caffè in Inghilterra è ormai la bevanda preferita durante il mattino, sia nelle abitazioni sia fuori casa. Si badi bene però: il caffè non ha sostituito il tè, ma ha ampliato il proprio bacino di consumatori fino a diventare la bevanda più bevuta nel Regno Unito. «Qui in Inghilterra ho la possibilità di lavorare e sviluppare le mie conoscenze nel mondo specialty – dice Alessandro Zengiaro – anche se il caffè viene a volte bevuto come flat white, magari direttamente in un bar o in una caffetteria, ci sono tanti consumatori che si avvicinano sempre più al mondo del caffè di alta qualità, prediligendo il caffè specialty anche alla tazza di tè caldo».

Quindi, persino in Inghilterra, il caffè non è un sostituto del tè, bensì un intero cosmo a sé stante. «In questo senso, lo specialty coffee ha dato agli inglesi un nuovo mondo da scoprire – continua Alessandro – e loro l’hanno sperimentato con piacere […] anche le preparazioni casalinghe sono cresciute esponenzialmente, in termini di numeri: sono in tanti a utilizzare la french press nella loro intimità domestica». Insomma, a conti fatti l’Inghilterra è un esempio clamoroso di come si costruisce una cultura condivisa nel giro di un tempo relativamente breve. Da una tradizione secolare diventata ormai un’usanza (e soprattutto una convinzione) pressoché turistica, quella del tè, fino a una sferzata di vento bollente, il caffè, che ha smosso le fondamenta delle caffetterie anglosassoni.

La love story fra gli inglesi e il caffè non è affatto un semplice flirt, ma una vera e propria storia d’amore nata in fretta e mai esaurita, anzi, ampliata fino a un matrimonio da favola e una convivenza rosea.