Attualità

MUMAC Coffee Escape: un mistero all’aroma di caffè!

A partire da marzo il Museo della macchina per caffè e l’accademia di Cimbali Group offrono a tutti i visitatori una nuova esperienza eccezionale. Quello delle Escape Room è un tipo di intrattenimento già molto apprezzato nel panorama italiano, ma il MUMAC ha trasformato quest’iniziativa in qualcosa di unico nel suo genere.

All’interno dell’elegante cornice del MUMAC nasce un gioco avvolto nel mistero e nell’aroma di caffè: le splendide sale museali si trasformano in uno scenario dove intrighi, sotterfugi e misteri si celano fra le macchine d’epoca e gli spazi dell’Academy. Quest’esperienza è davvero unica nel suo genere, non solo perché si svolge in un luogo dove arte, storia ed eccellenza s’incontrano, ma soprattutto perché è pensata al tempo stesso per un pubblico di appassionati (nonché coffee lover) e per i curiosi, i visitatori d’occasione e, più in generale, tutti quelli che di caffè non ne sanno granché ma non vogliono rinunciare al piacere della scoperta. Insomma, si tratta di un passepartout per il divertimento. Il progetto nasce dall’idea di coinvolgere i partecipanti in una sfida entusiasmante, – spiega Silvia Vercellati, MUMAC Academy Manager – attraverso un’avventura che si snoda tra la storia della macchina per caffè, la sua trasformazione e degustazione”.

In che cosa consiste questa Escape Room?

Il gioco è semplice e intuitivo, ma anche entusiasmante e stravagante. Senza spoilerare nulla, vi diamo un piccolo assaggio della trama: un mandante ignoto ordina a una ladra di rubare un oggetto prezioso, quindi i partecipanti dovranno scoprire quanti più dettagli possibili per sventare questo furto e salvare il MUMAC dalle loro grinfie. Indizi, espedienti, escamotage, caffè, luoghi lontani, rapine e inganni creano un’avvincente sceneggiatura per una Escape Room difficile da dimenticare. Il tutto, ovviamente, all’interno del MUMAC, luogo già di per sé coinvolgente e, siccome si parla di quest’amata bevanda, avvolgente come una tazza di caffè.

L’idea cardine che sorregge questo progetto è quella di creare un modo alternativo per trascorrere una serata all’insegna del divertimento. Amici, colleghi e famigliari si sfidano reciprocamente nella risoluzione di enigmi e rompicapi, per scoprire chi è il nemico del MUMAC e sventare il terribile furto che il museo rischia di subire.  “MUMAC Coffee Escape è un’avventura intrigante e al tempo stesso un progetto poliedrico – commenta Barbara Foglia, MUMAC Director – perché lavora sulla collaborazione dei partecipanti e propone ai visitatori un’esperienza di evasione e divertimento”.

La mission e la vision di quest’esperienza

MUMAC e Mumac Academy hanno collaborato insieme a degli esperti di Play the City per costruire un programma che fosse adatto a tutti, sulla riga delle Escape Room più famose d’Italia –ndr, in genere a tema horror –, contestualizzati però in chiave caffeicola. La cosa davvero entusiasmante di quest’esperienza è che non è necessario essere dei cultori della bevanda caffè, è sufficiente avere arguzia e capacità di problem solving come dei veri detective. Solo attraverso la cooperazione e il lavoro di squadra sarà infine possibile scoprire chi vuole rubare l’oggetto prezioso al Museo e chi è il mandante di questo furto imminente. “La sfida è quella di lasciare nei partecipanti una traccia di conoscenza su fatti e aneddoti legati alla cultura caffè – conclude Barbara Foglia – ma anche riflessioni su di sé e sulla propria interazione con gli altri”.

Questa peripezia museale si dota infatti di tutte le caratteristiche positive e propositive del team building, senza però necessariamente rendersi esclusiva per le aziende; è infatti un format che funziona per tutti e che renderà i partecipanti uniformemente necessari per arrivare alla soluzione del mistero. MUMAC Coffee Escape è articolata in due diverse proposte, Mystery e Investigation. I due format hanno durata e complessità diverse (non più di due ore, comunque) e si prestano per far addentrare i visitatori nelle sette sale espositive del Museo, il più grande al mondo circa l’evoluzione storica delle macchine per caffè espresso.

Scegliendo la prima proposta, Mystery, i partecipanti si addentreranno nell’avventura attraverso la raccolta di indizi nascosti tra le macchine storiche, mentre con la proposta Investigation, oltre ad integrare la Mystery, lascia libero accesso alle esclusive aree esperienziali di MUMAC Academy, luogo dedicato al mondo della caffetteria, e alla Sensory Room, spazio dove stimolare i sensi per conoscere più a fondo il caffè. “Le sale espositive del Museo e gli spazi di approfondimento di Academy diventano luogo d’indagine in cui scoprire, apprendere, interagire e vivere un’esperienza ludica coinvolgente” spiega Silvia Vercellati.

Qualche info essenziale per giocare

Insieme ai libretti e ai materiali analogici che vengono messi a disposizione dei partecipanti (naturalmente non vi diciamo di cosa si tratta!) il MUMAC offre la possibilità di interagire virtualmente con lo spazio espositivo attraverso una Web App appositamente realizzata per raccogliere tutte le informazioni dal gioco, tenere conta dei punteggi delle squadre e classificare le migliori performance dei giocatori. Come già suggerito, si tratta di un’esperienza a tutto tondo pensata e messa in atto in ogni minimo dettaglio, utile a chi gioca per imparare e fondamentale per chi da questa esperienza vuole costruire delle solide relazioni fra colleghi e amici.

Per vivere la MUMAC Coffee Escape è necessario prenotarsi sul sito www.mumaccoffeeescape.com selezionando una delle date attualmente disponibili (vedere calendario qui sotto) nelle quali sono previsti diversi slot.

Per riepilogare
CosaMUMAC Coffee Escape
DoveVia P. Neruda 2, Binasco (MI)
QuandoWeek end: sabato 16 marzo sabato 6 aprile domenica 5 maggio dalle ore 15 alle 0re 19 Infrasettimanali: venerdì 22 marzo, venerdì 10 maggio, venerdì 7 giugno, venerdì 21 giugno dalle ore 18 alle ore 22
Prenotazioniwww.mumaccoffeescape.com
PrezzoMystery: 160,00 euro (IVA Compresa) per gruppo max 7 pax
Investigation: 230,00 euro (IVA compresa) a gruppo max 7 pax