Origine

Perché sempre più produttori di caffè scelgono di diversificare le proprie colture

Per secoli, molti produttori hanno coltivato il caffè insieme ad altre colture da reddito, per una serie di ragioni. Ma negli ultimi anni, con il cambiamento climatico un mercato sempre più volatile e la crescente concorrenza internazionale, i coltivatori di caffè hanno dovuto esplorare altri modi per diversificare.

Molti produttori di caffè non sono in grado di assumersi molti rischi, soprattutto perché stanno già operando a livelli che consentono a malapena di far quadrare i conti per loro stessi e per le famiglie, all’interno di un panorama economico sempre più complesso e costellato di complicazioni geopolitiche. Ma uno dei tanti modi per adattarsi con successo è la diversificazione delle colture, una pratica agricola in base alla quale i produttori coltivano colture diverse che non competono per nutrienti e risorse simili a quelle delle piante di caffè. 

La diversificazione delle colture utilizza tecniche come la consociazione, la copertura vegetale e la rotazione delle specie vegetali non solo per sostenere meglio gli ecosistemi locali, ma anche per migliorare i mezzi di sussistenza socioeconomici degli agricoltori.

L’agricoltura sostenibile parte dalla diversificazione

La pratica prevede fondamentalmente la rotazione di colture diverse nel corso delle stagioni o degli anni per evitare le insidie ​​​​dell’agricoltura monoculturale. Per contesto, l’agricoltura monoculturale è la pratica di coltivare un tipo di raccolto su un pezzo di terra in un dato momento. Sebbene presenti alcuni vantaggi, questo metodo presenta sicuramente anche dei lati negativi, tipo il degrado del suolo. Dato che il caffè non è una coltura soggetta a rotazione, i produttori cercano altri metodi per diversificarsi.

Consociazione: la pratica più comune

Poiché sempre più consumatori richiedono caffè coltivato in modo sostenibile, i produttori stanno sfruttando le loro conoscenze per implementare pratiche agricole efficaci che incorporino la diversificazione delle colture. La consociazione è una di queste. Nello specifico, la consociazione è un termine onnicomprensivo per la pratica di coltivare due o più colture in stretta vicinanza – nella stessa fila o aiuola, o in file o strisce sufficientemente vicine per l’interazione biologica. Questa pratica presenta numerosi vantaggi, come la massimizzazione della produttività agricola e l’incoraggiamento a un uso più efficiente delle risorse, come acqua, luce e sostanze nutritive. Nel tempo, rispetto ai sistemi agricoli monoculturali, le colture consociate possono anche aumentare i rendimenti e migliorare la resilienza delle piante a parassiti e malattie, oltre a portare ad un aumento della biodiversità.

La salute del suolo è essenziale per produrre caffè di qualità e la diversificazione delle colture attraverso la consociazione può preservare e migliorare la salute del suolo. Inoltre, questa tecnica agricola sostenibile può ridurre l’erosione del suolo e aumentare la materia organica, la fissazione dell’azoto e la disponibilità di fosforo. Oltre alla consociazione, altre tecniche includono la semina di coperture e colture tampone, che forniscono copertura ombreggiata e protezione dal vento, dal gelo e dal caldo.

Diversificazione delle colture e agricoltura biologica: due lati della stessa medaglia

Nel contesto dell’agricoltura sostenibile, l’agricoltura biologica è spesso l’argomento più discusso. Ma il ruolo cruciale che le pratiche biologiche svolgono nel successo della diversificazione delle colture viene spesso trascurato. I coltivatori di caffè dovrebbero prendere in considerazione la possibilità di diversificare le proprie coltivazioni e allo stesso tempo ottenere la certificazione biologica, poiché entrambi i sistemi si basano su principi simili.

Sebbene possano essere costose, le certificazioni biologiche comportano numerosi vantaggi. Non solo i produttori di caffè possono dimostrare il loro impegno nella tutela dell’ambiente a commercianti, torrefattori e consumatori, ma anche la qualità e le rese possono migliorare. Inoltre, il ritorno economico sugli investimenti può aumentare in modo significativo nel lungo termine.