Scienza

L’automazione delle macchine per caffè espresso aiuta i baristi a migliorare il flusso di lavoro

Quando un team di baristi può lavorare insieme senza sforzo, le operazioni del bar procedono senza intoppi, soddisfacendo sia il personale che i clienti. Per questo l'automazione delle macchine è diventata così fondamentale

L’obiettivo di qualsiasi attività commerciale nel settore del caffè è mantenere una base di consumatori fedeli e anche attirare nuovi clienti su base regolare. Fornendo costantemente bevande di qualità e un servizio professionale ed efficiente, è molto più probabile che i clienti continuino a tornare. Per raggiungere questo obiettivo, ottimizzare e organizzare il flusso di lavoro del barista è assolutamente essenziale.

Perché ottimizzare il flusso di lavoro non è mai stato così importante

In un settore del caffè specialty in continua evoluzione, i baristi devono destreggiarsi tra numerosi compiti in un dato momento. Questi possono variare dalla preparazione dell’espresso fino alla latte art. Per poter svolgere con successo il multitasking, è fondamentale ottimizzare il flusso di lavoro del barista. Un flusso di lavoro efficace raggiunge un equilibrio tra velocità, efficienza e coerenza, a vantaggio sia dei baristi che dei clienti. 

A sua volta, il personale può essere più produttivo e servire più clienti in un arco di tempo più breve, il tutto senza compromettere gli standard di qualità e servizio. Inoltre, quando i baristi si sentono meno sopraffatti dal carico di lavoro, possono anche impegnarsi maggiormente per interagire in modo più significativo con ospiti e clienti. Un altro aspetto fondamentale del buon flusso di lavoro di un bar è la capacità di mantenere la qualità e la coerenza sia delle bevande che del servizio, indipendentemente dal personale di turno.

L’automazione è una soluzione alla carenza di personale?

Anche se gli operatori dei bar fanno tutto il possibile per ottimizzare il flusso di lavoro, la carenza di baristi e personale può ancora essere un problema pervasivo. Gli alti tassi di turnover sono una realtà che il settore dell’ospitalità globale sperimenta ormai da tempo. Poiché secondo molti i lavori nei bar richiedono generalmente meno competenze specifiche rispetto ad altri settori, i baristi tendono a ricevere meno investimenti dai loro datori di lavoro, il che li fa sentire meno motivati ​​a crescere nei loro ruoli.

In risposta a questi problemi, gli operatori del settore del caffè si rivolgono a soluzioni automatizzate per fornire il supporto tanto necessario, contribuendo a migliorare la qualità e l’efficienza, riducendo al tempo stesso i costi. Quando si tratta specificamente di macchine per caffè espresso, la tecnologia automatizzata può garantire un’estrazione coerente controllando e modificando molte variabili diverse, tra cui la temperatura, il tempo di erogazione, i profili di pressione etc. Inoltre, digitare e preparare l’espresso può essere molto complicato, soprattutto per i baristi meno esperti. Facendo affidamento sull’automazione, gli operatori e i manager dei bar possono alleviare parte del carico di lavoro di questi baristi e possono persino insegnare loro come migliorare il loro flusso di lavoro.

In che modo i baristi possono utilizzare l’automazione per migliorare il proprio flusso di lavoro

La tecnologia delle macchine per caffè espresso si è evoluta in modo significativo negli ultimi decenni, integrando funzionalità sempre più avanzate e intuitive per migliorare l’efficienza e consentire ai baristi di concentrarsi su altre attività. Ma il livello di abilità tra baristi più e meno esperti può essere notevole, il che può lasciare spazio a incongruenze nella qualità delle bevande e nel servizio al cliente. Inoltre, un barista di qualsiasi livello di esperienza è probabile che commetta più errori quando è sotto pressione durante gli orari di punta, il che può anche interrompere il suo flusso di lavoro. Per affrontare meglio questi problemi, i produttori stanno incorporando più funzionalità nelle loro macchine.  Questa crescente dipendenza dall’automazione può anche aiutare a bilanciare la ripida curva di apprendimento che i baristi spesso sperimentano durante la loro formazione, il che significa che hanno una maggiore capacità di acquisire nuove competenze.

È inevitabile, le caffetterie continueranno ad abbracciare l’automazione

L’interesse e l’accettazione dell’automazione da parte dei caffè specialty aumentano anno dopo anno, inaugurando una nuova era di maggiore efficienza e innovazione. Quindi sapere come sfruttare tutto il suo potenziale per ottimizzare il flusso di lavoro del barista è fondamentale. L’automazione delle attività lascia più tempo ai baristi per interagire con i clienti, con possibili tempi di attesa più brevi, aumento delle vendite e maggiore soddisfazione del cliente. Infine, sempre più macchine per caffè espresso completamente automatiche includono interfacce facili da usare che guidano l’utente attraverso l’intero processo di estrazione.

L’automazione continuerà a svolgere un ruolo chiave nel caffè specialty nei prossimi decenni. Ma mentre le aziende del caffè sono alle prese con la carenza di manodopera e la mancanza di baristi qualificati, la necessità di fare affidamento sulla tecnologia automatizzata non fa che crescere. In sostanza, ciò significa che gli operatori e il personale devono sfruttare l’automazione a proprio vantaggio e la macchina per caffè espresso è un buon punto di partenza.