L’amaro nel caffè

Una delle caratteristiche sensoriali peculiari del caffè espresso è quello di essere amaro; tutte le bevanda preparate con il caffè tostato sono sempre amare; l’equilibrio tra amaro e acido e l’intensità del dolce definiscono il livello qualitativo della bevanda

Cold coffee, l’estrazione con acqua fredda perfetta in vista dell’estate

La bevanda caffè che tutti noi ben conosciamo è generalmente preparata e servita calda: i metodi che in Italia sono maggiormente utilizzati sono la moka e la napoletana per la casa e l’espresso per il bar e l’ufficio. In realtà esistono decine di altri metodi di preparazione che vanno soto il nome dei metodi “brewing”

La miscela per l’espresso: la ricetta con una sola monorigine

Il metodo di estrazione espresso è il più efficiente nel trasportare in tazza il maggior numero di composti chimici presenti nel caffè tostato, caratteristica che è fornita dall’elevata pressione dell’acqua in erogazione e dalla resistenza idraulica fornita dalla porzione di caffè macinato e compattato nel filtro. Questa peculiarità, assieme alla presenza della schiuma superficiale sulla bevanda, rende l’espresso una bevanda totalmente differente rispetto ai caffè che si possono preparare utilizzando altri metodi di estrazione.

Il prezzo reale di un espresso

Lo sguardo democratico sul prezzo del caffè volge finalmente alla verità dei fatti. Un rincaro dell’espresso e della colazione al bar, dovuto all’aumento delle materie prime del 40% e all’aumento del 55% dei costi di gas ed energia

Caffè di qualità: come riconoscerlo

Il caffè, la bevanda magica del buongiorno e il sapore che accompagna i nostri pensieri ogni mattina. Ma come si riconosce un caffè di qualità? Fra leggende, regole e falsi miti, viaggiamo insieme nel macrocosmo di questo liquido per scoprire tutti i dettagli di una delle bevande più amate al mondo.